decorazioni.di.fine.2015

Spiccioli di ore ci separano dal nuovo anno e io sento addosso tutta l’adrenalina di chi stia per salutare un anno denso e si appresti ad accoglierne uno altrettanto significativo.

Se mi leggi da un po’ sai già che di bilanci è disseminato il mio scrivere, perciò oggi non ti farò il resoconto di un anno impegnativo ed estremamente formativo per me ma lo saluterò con le mie parole chiave del 2015: consolidare e trasformare.

Consolidare scoperte, consapevolezze, capacità che ho acquisito quest’anno, con l’intento di rafforzare dentro di me quanto è accaduto.

Rallentare i pensieri, non stare solo nel fare, imparare a celebrare.

Trasformare il limite in risorsa, la paura in propellente per la mia crescita, le mancanze in accettazione, le ferite in feritoie da cui possa filtrare la mia luce e da cui sbirciare quella altrui.

Tutto questo viaggia con me, insieme ai progetti cui desidero dare ali.

Nel 2016 mi aspettano altre scommesse: oltre al digital coaching individuale e le esperienze di scrittura per il web, mi propongo di approfondire la formazione web nei e per i territori.

I primissimi di gennaio farò un week end di digital coaching nel bed and breakfast Porcigliano, a Borgo San Lorenzo.

Incontrerò gli operatori turistici della zona e faremo una due giorni incentrata sulla formazione alla comunicazione digitale in ottica di rete.

Si, perché in cuor mio mi chiedo:  se non cresce la consapevolezza comunicativa di un territorio, come si fa a promuoverlo in modo efficace e duraturo?

E poi si, lo ammetto, in quell’occasione ci sarà anche lo spazio per una esperienza di cucina condivisa, per il fare insieme, a partire da quello che c’è, realizzando la migliore ricetta possibile.

Il cibo e la comunicazione, da sempre per me inscindibilmente collegati, saranno l’ingrediente esperienziale che mi riprometto di assaporare a Borgo San Lorenzo per dire, senza dirlo, che alla buona riuscita di un piatto partecipiamo tutti, ognuno con il suo sapore.

Avremo modo di raccontarci molto altro ancora ma adesso è tempo di consolidare e trasformare e si, anche di festeggiare.

Ma tu, che parole chiave hai individuato per il 2015?

Un abbraccio stretto, di quelli che piacciono a me e grazie sempre per il tempo che mi regali passando di qua.

Ci vediamo nel 2016!