digital coaching all'isola d'elba

Ieri dicevo che la comunicazione è un filo rosso, che lega insieme esperienze, vissuti, storie… emozioni.

Lo dicevo a Poggio di Sole, nel Casale di Alessandra Toscano, sempre aperto a iniziative di scambio e conoscenza reciproca.

In effetti di questo si è trattato: di un incontro promosso e voluto dal locale Club Soroptimist, per cercare di mappare le realtà legate al Ben-Essere e a tutte le (buone) pratiche che portano ristoro alla mente, al corpo e allo spirito.

E così è stato.

Un pomeriggio di soleggiato Giugno, in cui l’Elba attiva e dinamica, quella che ci crede e ci investe, quella che ci mette la faccia e la voglia di fare, si è data appuntamento per partecipare a una narrazione del Benessere a 360 gradi.

Come ci ha ricordato Fabiola Mazzei, consulente d’immagine olistica, in apertura dell’evento, il concetto di “star bene” che è stato proposto, ha volutamente abbracciato i più svariati campi. Non solo yoga, alimentazione sana, massaggio cranio sacrale e Feldenkrais (a proposito: sapevi che all’Elba puoi fare tutto questo?)  ma anche innovative creme che sfruttano gli effetti curativi dell’Ozono, pregiate stole, consulenza di immagine, comunicazione secondo natura.

Mentre in alcuni suggestivi angoli del casale le persone provavano i benefici delle tecniche di respirazione, meditazione e di massaggio di cui sopra, piccoli gazebo ospitavano  chi avesse voluto entrare in contatto con le realtà elbane che lavorano nel settore.

La Filosofia del Benessere sposata da  Franca Rosso  (mente e cuore della nuova impresa elbana) sfrutta i principi attivi dell’ozono in una linea di creme che non è solo cosmetica ma potremmo dire cosmeceutica perché in grado di attivare la circolazione in tutti i tessuti favorendo il rilascio dell’ossigeno agli stessi.

Tra l’altro (già che siamo a fare rete) segnalo l’apertura del nuovissimo punto vendita di questi ottimi (perché li ho provati di persona!) prodotti  in  Loc. Antiche Saline a Portoferraio sabato 20 Giugno (per chi si trovasse a passare di lì, per brindare a un nuovo inizio dalle 10,30 di mattina in poi).

Il benessere passa però anche da ciò che scegliamo, non solo di mangiare ma anche di indossare e non è un mistero che io sia innamorata della preziosa linea di stole di sete Lalita, creata dalla vulcanica Luisa Brandi.

Di che si tratta? di veri e propri pregiatissimi e avvolgenti foulard sui quali Luisa, appassionata fotografa, ha fatto stampare suggestivi particolari di alcuni dei suoi scatti di mare elbano. Indossare una stola di Luisa, significa lasciarsi abbracciare dalle acque cristalline dell’isola e in un certo senso, prolungare il piacere (e il benessere) che il mare regala.

Il concetto secondo il quale il Benessere è intimamente legato anche alle scelte di immagine che facciamo, non ha fatto fatica a passare, a giudicare da quante persone hanno richiesto una consulenza colori a Fabiola.

L’idea, semplice quanto importante che sta alla base dell’approccio di consulenza d’immagine, è quella secondo la quale ci sono colori che meglio si adattano alla nostra tavolozza di colori naturali (capelli e incarnato per intendersi) e che quindi ci regalano una sensazione di benessere a indossarli, perché in armonia con noi stessi.

Personalmente ho fatto un viaggio nel colore con Fabiola e posso dire di esserne uscita non solo trasformata ma in via di trasformazione, perché ci sono percorsi di ricerca interiore che sai solo quando hanno inizio ma non quando finiranno.

Ovviamente la sensazione più forte che mi porto dietro, è lo stupore e la meraviglia che ogni volta provo nel vedere che sull’Isola esistono moltissime (leggasi tante assai) realtà piene di creatività e di passione che propongono esperienze di assoluto pregio, in un contesto (l’Elba) del quale ho spesso scritto anche sotto il profilo della sua azione naturalmente terapeutica (la bellezza cura, non c’è niente da fare).

Che poi, diciamolo, l’Elba è anche questo: l’emozione di un Ohmm di gruppo all’ombra dei pini, mentre insegnanti di yoga di diverse scuole che si sono appena conosciuti, si uniscono per far fare, insieme, una esperienza a tutti i presenti. A proposito: domenica 21 Giugno  ci sarà la prima giornata mondiale dello Yoga alla quale ha aderito anche l’isola.  Tutte le scuole elbane si danno appuntamento al Molo Elba a Portoferraio alle 20,30 per una esperienza di yoga gratuita aperta a tutti. Per me, si sappia, la collaborazione è uno dei più importanti indici di benessere che un territorio possa esprimere.

A fine serata ho quindi raccontato della mia idea di digital coaching esperienziale, del valore della comunicazione secondo Natura, proponendo (grazie alla disponibilità di Alessandra, la della padrona di casa) un incontro rivolto a chi abbia voglia di fare una #elbaexperience. Camminare in Natura, affinare l’ascolto e la capacità di osservazione, sembrano tecniche distanti ma in realtà sono per me estremamente correlate alla capacità di scrittura e di comunicazione e il 14 luglio ne faremo esperienza in una giornata che dedico a chi abbia voglia di provare con i propri occhi.

Va da sé che per me il darsi un nuovo appuntamento significa iniziare lentamente e pazientemente a imbastire la storia, a mettere insieme i tanti pezzetti di eccellenza isolana, in un racconto corale e partecipato che dia spazio alle persone e ai loro talenti.