Elba benessere

Mandala a cura di Maria Frangioni [Ph. Cristina Fino]

Si è appena conclusa la giornata del benessere che abbiamo organizzato all’Isola d’Elba (Livorno), alle Terme di San Giovanni (conosci? altrimenti dovresti rimediare, perché è  l’unico centro di talassoterapia del Mediterraneo occidentale, oltre che un angolo di pace affacciato sulla baia di Portoferraio).

Confesso che ancora mi sento spossata: mi fa questo effetto l’emozione, non è che sto invecchiando, capito?

Vediamo di procedere con ordine e di non spossare anche te con i miei racconti.

L’idea di realizzare una giornata dedicata alle buone pratiche di benessere all’Isola d’Elba, è  nata in una mattinata di chiacchiere e tisane fruttate mentre fuori il primo sole faceva venire una gran voglia di piedi nudi, sabbia dorata e sieste su prati erbosi a panciallaria.

In quella mattina  un gruppo di psicologhe, psicoterapeute e coach (si, eureka ho dato l’esame qualche settimana fa e non sai la gioia, ancora saltello!) si è data come sempre appuntamento per un incontro e uno scambio di esperienze.

E’ che lo sai come sono le donne, no? Si sa quando iniziano e  mai quando finiscono.

Sono capaci di iniziare un discorso parlando delle polpette di zia Rosina per finire a disquisire del bosone di Higgs, senza battere ciglio.

Ecco, noi non siamo da meno e se ti dovessi dire come siamo cadute nel tema del benessere all’Isola d’Elba, per poi mettere insieme un mese intero di eventi, incontri e scambi sul tema, dovrei palesemente improvvisare.

Mi accontento di ammettere che no, non mi ricordo affatto come è accaduto che decidessimo di organizzare un evento simile, fatto sta che pochi giorni dopo ci saremmo incontrate a Marina di Campo (dove ho scoperto una pasticceria che fa buonissime brioche) e che di lì a poche ore si sarebbe messo in moto un gioiosissimo caleidoscopio di attività che nel giro di poche settimane (si, hai capito bene: poche settimane) avrebbe messo in piedi qualcosa di meraviglioso.

Non ti racconterò delle chat al fulmicotone che hanno scaldato i nostri  cellulari e neanche delle peripezie fatte per trovare sedi, contattare persone, mettere insieme un programma che tenesse conto delle esigenze di tutti e via dicendo.

Ti racconterò invece di quel miracolo che solo le persone animate dal desiderio di fare, di creare insieme, di realizzare qualcosa che prima non c’era per il genuino piacere di farlo nella convinzione che sia utile anche per gli altri, sanno fare.

Che l’Isola d’Elba sia una terra naturalmente vocata al benessere, mi sono stancata di scriverlo perché immagino tu ti sia stancato di leggerlo, eppure quanto è accaduto domenica mi ha fatto capire in modo inequivocabile che anche le persone che la abitano sono  mosse dallo stesso convincimento.

A dirla tutta, ho scoperto un universo di professioniste che a vario titolo vivono, operano e propongono attività di livello sull’Isola, motivate anche dall’idea che questo scoglio non sia solo sole e mare.

Si, lo dico: quest’isola ha le caratteristiche ideali in termini di mitezza del clima, bellezza, varietà e forza energetica dei suoi paesaggi per diventare l’ambientazione ideale di straordinarie esperienze.

Ma c’è di più perché ci sono loro, le Persone.

E’ incredibile.

Hai presente la Svizzera e le sue vallate che separano gli abitanti, creando comunità a se stanti? A volte credo che l’isola d’Elba e i suoi versanti facciano la stessa cosa, perché non passa giorno che io non entri in contatto con persone, talenti, attività di cui non sospettavo l’esistenza.

Vuoi una conferma a ciò che ti dico?

In origine avevamo pensato a un evento di una giornata, nella convinzione che se avessimo messo in piedi 6 o 7 attività, sarebbe stata una fortuna.

Ebbene, ci sbagliavamo. Gli eventi e le attività sono letteralmente esplosi tra le righe delle copiose mail che ci siamo scambiate e nel giro di pochi giorni avevamo davanti agli occhi un programma fatto di oltre 20 attività.

Yoga, letture in musica, meditazione, mandala, scrittura creativa, esperienze di lifepainting e arte terapia: avrei contenuti per raccontarti molte storie eppure preferisco che tu venga a viverle e ad assaporare di persona e che semmai tu mi racconti la tua storia.

L’evento di domenica scorsa è stato infatti solo l’inizio.

Per tutto il mese di Maggio, l’isola d’Elba ospiterà week end dal sapore fortemente esperienziale, dove lo stare bene e il prendersi cura di sé sono al centro dell’attenzione.

Sulla pagina Facebook (nata, indovina un po’, in fretta e furia) di ElbabenEssere, puoi trovare aggiornamenti continui e il desiderio di proseguire il racconto di un’isola che è naturalmente vocata per accogliere esperienze di questo tipo.

Lato comunicazione ci siamo dotate anche di una newsletter che abbiamo chiamato le Lettere del Benessere, alla quale se ti va puoi iscriverti per mantenere vivi i contatti.

Se desideri comunque chiamare per avere specifiche informazioni circa gli eventi, ti consiglio di sentire Alessandra che risponde  al  328 6781755.

Lei è il nostro braccio operativo: gestisce la logistica, anche nel caso in cui tu desiderassi fermarti per qualche giorno e avessi bisogno di un aiuto per creare il tuo pacchetto di soggiorno e benessere.

Inutile che ti dica che questa iniziativa è nata con l’obiettivo di diventare nel tempo un appuntamento fisso all’Isola d’Elba rivolto a chi, come noi, crede nel valore del fare esperienza più che turismo su quest’isola di rara bellezza.

A muoverci c’è la convinzione che l’Elba abbia un fascino e una potenzialità che non risiede solo nell’ indiscussa meraviglia dei suoi paesaggi ma anche nelle storie,nei vissuti, nelle esperienze e nelle competenze delle persone che la vivono, spesso per scelta più che per legame di nascita.

Isola ci sei, non ci fai: l’ho sempre pensato e se vieni da queste parti possiamo parlarne insieme, magari davanti a un buon bicchiere di vino.

Ci vediamo a Maggio?

Si, beh ci sarò anche io a fine mese ma di questo ti scrivo un’altra volta 🙂


Sai che amo concludere i miei post, ove possibile, con qualche consiglio pratico e oggi non fa eccezione.

Oggi, per l’occasione, ho individuato un libro che a me piace molto e che trovo in sintonia con lo spirito delle proposte di Benessere che ti facciamo all’Isola d’Elba.

Si tratta del libro “Fatti il mazzo” di Irene Cuzzaniti.

Contiene una serie di istruzioni e ispirazioni per fioristi in erba, un insolito manuale “Do it yourself” dedicato ai fiori e ai suggerimenti più accorti per conoscerli e utilizzarne le infinite potenzialità.

Mi piace molto anche la sua pagina Facebook  Twentytrees, dove trovi il video promo del libro.

Perché mi piace?

Perché nell’insegnarti a riconoscere i fiori, ti accompagna in un percorso nel quale, se ti va, puoi conoscere te stesso. Anche questo se vuoi è coaching:  coaching floreale, molto in tema con il mio animo verde 🙂