Immagine

– E’ la mia aria. La mia vita. Un’isola di profumi e di mare, che va saputa scoprire, nella lentezza, nell’intimità del proprio ritmo.

Quando sono triste mi sdraio sulla spiaggia, chiudo gli occhi e lascio entrare solo il Mare.

– Ha una grande varietà di proposte, non ci sono limiti per chi sia in grado di  superarli e di godere della stupefacente varietà delle sue opportunità.

– L’isola è le sue persone: la varietà dei suoi borghi nei quali la gente vive arroccata custodisce gelosamente  le sue ricchezze.  L’isola è la fiera indipendenza dei suoi abitanti, talvolta restii a concedersi ma per questo genuini e capaci di sorprenderti.

-E’ il luogo in cui ognuno ha la possibilità di ritrovare il proprio bandolo della matassa, la propria via che inevitabilmente si fa metafora di un percorso interiore. Impossibile raccontarla se il racconto non vive in te.

– L’Elba è il mio amore. L’Elba è magia. L’Elba è la varietà della sua Natura, il suo Mare, il mio Mare.

Con queste parole che inevitabilmente si mescolano a suggestioni olfattive, visive e uditive, inizia l’esperimento #elbatelling: un percorso di 65 ore di formazione teorica e pratica attraverso il quale spero di riuscire  a regalare ai miei alunni  spunti e suggestioni nuovi per imparare a raccontare (e a vedere) l’isola  con occhi (ma anche bocca, orecchie, mani, piedi e cuore) nuovi.

A fare da sfondo a tutte le esperienze teoriche e pratiche, il web e le tecniche di condivisione social ma con approccio molto human oriented, ovvero con un solo grande protagonista: il contenuto del nostro messaggio.

La finalità dell’esperienza è per me quella di aumentare sensibilità e capacità di ascolto in chi l’isola, amandola, la vive ogni giorno, con la non troppo segreta speranza di poter stimolare nuovi sguardi critici e costruttivi, capaci di formulare  proposte, condividere idee e percorsi possibili per un rilancio dell’Elba che non può che partire dall’isola e dalle sue persone.

La prossima settimana ai laboratori di scrittura creativa saranno affiancate vere e proprie esperienze sul campo volte a stimolare sguardi nuovi e inattese capacità narrative sepolte sotto la coltre dell’abitudine.

Ah, dimenticavo: in  #elbatelling raccogliamo tutte le esperienze di narrazione dell’isola. Questo significa che il nostro è un progetto aperto a tutti e che si rivolge a chiunque abbia una storia da raccontare, quindi partecipatene e condividetene tutti: più siamo e meglio iniziamo a raccontare l’isola e le sue virtù. Foto, testi, detti, video e quant’altro possono essere raccontati e condivisi come meglio credete: non ci sono limiti alla fantasia!