Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Archetipi e animali di rinascita – webinar

Marzo 20 @ 17:00 - 20:00

€40

Tutti noi abbiamo camminato in un bosco e tutti in modo più o meno intenso, con maggior o minor ricettività, abbiamo goduto dei benefici effetti che alberi e piante ci donano a livello cerebrale e neurologico.

Quella della foresta è una dimensione diversa da quella quotidianità in cui siamo abituati a vivere, è la manifestazione di energie trasmissibili a noi uomini.

Molto prima che l’uomo ergesse monumenti e chiese in onore dell’Altissimo, il bosco rappresentava con la sua oscurità e le sue ombre, un luogo di grande sacralità, in cui si respirava mistero, per cui quel gioco di luci e ombre che confondono lo spazio ed il tempo, rivelano radure fra gli alberi salvaguardandone i suoi misteri e divenendone il luogo per riti sacri, per cui fra balli, canti ed offerte, ci si garantiva il perpetrarsi dei ritmi naturali.

Il bosco è da sempre per le popolazioni arcaiche luogo di culto e di mito, inteso  come il fondamento stesso della società e della cultura di appartenenza.

Queste società ritenevano che il mito esprimesse la verità assoluta perché capace di raccontare una storia sacra, una rivelazione trans-umana che è avvenuta all’alba del Grande Tempo.

Storicamente l’Europa era ricoperta da vaste e molto estese foreste, ed il culto degli alberi era diffusissimo ed ampiamente documentato; come non ricordare le querce sacre di Roma dedicate a Giove, e sui cui rami, Romolo appendeva i trofei conquistati ai nemici, o le querce sacre ai Druidi i quali si ornavano con corone di foglie di querce durante i riti sacri per accrescere le loro facoltà di visione occulta, o ancora i Celti che chiamavano i boschi sacri Nemeton (da nemes=bosco), meglio identificati in radure cariche di poteri benefici ed energetici.

Naturalmente ai profani era limitato l’accesso solo durante le festività, periodi in cui i sacerdoti celebravano i riti sull’altare, e nei quali il popolo seguiva le processioni e poteva cogliere un ramo dall’albero sacro.

Possiamo per cui affermare che in tutte le antiche civiltà era presente un legame molto accentuato tra mondo metafisico e bosco, tale da sviluppare un processo di sacralizzazione dei medesimi, con esito diverso anche nella stratificazione sociale e spirituale delle varie civiltà; la sua struttura rispetto gli altri vegetali ha indubbiamente posto la nostra attenzione sul concetto del legame esistente tra mondo naturale e soprannaturale, quindi tra uomo e Dio.

Tra i tanti effetti terapeutici dell’andare in natura, troviamo anche la possibilità di ricontattare parti nascoste di noi, meno abitate ma non per questo meno “reali” e soprattutto capaci di portare nutrimento, ispirazione e creatività a i nostri giorni.

Questi effetti, se sono evidenti e ben noti nelle pratiche di bagni di foresta, possono essere richiamati alla nostra attenzione attraverso specifiche pratiche immaginali di riconnessione profonda.

In questo laboratorio esperienziale, sarete guidat* in un viaggio dentro la foresta interiore, per tornare a parlarne la lingua, affidandovi a segni e intuizioni, immagini e sensazioni ed elaborandole poi sotto forma di immagine e parola, in chiave poetica ed espressiva.

“Ora cammina, sentendo che gli animali che hai nei piedi ti sorreggono e quelli che hai nelle ginocchia danno forza al tuo incedere. Senti che l’animale, che è nella tua colonna vertebrale, ti dona un’impeccabile centratura tra gli opposti, mantenendoti in perfetto equilibrio tra il regno dei vivi e quello dei morti, tra il senso di attrazione e repulsione, consentendoti di non avere paura. L’animale che è nel tuo pavimento pelvico trae forza dal mondo delle ombre, dal mare dei tuoi desideri inconsci e sommersi, mentre quello che è nel tuo ventre ti dona la calma.

L’animale che porti nel cuore ti permette di agire con le tue braccia e le tue mani, che sono le ali del cuore, non tanto allo scopo di afferrare le cose, bensì al fine di cambiarle.
La bestia che è nella tua gola è capace di sviluppare calore psichico, calore interno, contrastando il freddo dell’ambiente in cui ti trovi, e può anche darti la parola giusta al momento giusto. Nella fronte hai l’animale che dona la visione sottile e vede il cammino.
Nel punto mistico hai la bestia che può sbranare pensieri indesiderati, ansie, dubbi, Insicurezze, Ripensamenti che sorgono dalla tua mente: essa è il tuo spirito protettore! Sulla tua spalla sinistra, infine, hai l’animale che ti suggerisce l’umore giusto per quel momento, Il sentimento che devi avere.”

Questo laboratorio è adatto sia a chi desideri esplorare e conoscere più dia vicino l’universo archetipico che ci lega alla foresta, sia a chi già guidi bagni di foresta o desideri imparare a farlo, per arricchire le proprie proposte di esperienze, contenuti e significati ancora più profondi.

Per partecipare al pomeriggio di lavoro insieme, compila il form che trovi qua

 

Per approfondimenti sul mio approccio poetico delle 3 Muse, leggi qua.


Qualcosa su di me:

Sono una ecoterapeuta, mindfulness counselor diplomata presso ilmonastero buddista ITLK, forest bathing trainer certificata dal “Forest Therapy Institute” che ha una esperienza di vita e di lavoro intimamente legata al mondo della crescita personale.

Ho una laurea in psicologia nella quale ho approfondito le relazioni esistenti tra le pratiche di bagni di foresta, la mindfulness e i processi di espansione della coscienza ecologica individuale e collettiva, perché sono profondamente affascinata dal mondo naturale e dalla sua intima relazione con l’essere umano. Attualmente sto proseguendo miei studi di psicologia, con una specializzazione clinica.

Ho sviluppato il mio interesse per l’ecologia del profondo a scopo terapeutico, frequentando il Professional Ecotherapy  Tranining and Certificate Program a cura della psicoterapeuta ed ecoterapeuta Ariana Candell fondatrice dell’Earthbody Institute di Berkeley (USA).

Sto approfondendo le relazioni tra psicodharma e psicologia occidentale presso il Tara Mandala Center, in Colorado (USA) a cura di Lama Tsultrim Allione, con un focus specifico sul femminile illuminato e un lavoro gestaltico sui blocchi interiori.

Se vuoi saperne di più clicca qua.

Dettagli

Data:
Marzo 20
Ora:
17:00 - 20:00
Prezzo:
€40
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, , , , , , , , ,