Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Cerchio del Podere: la co-creazione

Marzo 31 @ 8:00 - Giugno 21 @ 23:30

Volevo sentire. Non mi interessava sopravvivere, mi interessava tentar la vita, cercare sempre il massimo di intensità. Volevo sentire la scapola sepolta, l’affanno della formica, il respiro del moribondo. Volevo sentire nel mio corpo un altro corpo, volevo sentire il respiro del mondo. di tutto il mondo, non accontentarmi del rancio che passa la prigione in cui siamo reclusi.

F. Arminio – “La cura dello sguardo”

 

La crescita personale è, a mio avviso, un processo intimamente legato alla relazione con gli altri, siano essi esseri umani, animali o elementi della Natura.

Essendo noi tutti essere relazionali, che vivono e si sviluppano nella relazione, anche grazie a un’innata capacità di “connessione” che spesso abbiamo  smarrito ma per fortuna non del tutto scordato, è nella relazione che troviamo stimoli e opportunità fondamentali di crescita.

Il Cerchio del Podere è per me un importante strumento di crescita e condivisione, cui sono particolarmente legata perché è nato, per un caso che caso non è mai, in occasione del “primo lock-down”, nell’anno in cui la pandemia ha definitivamente segnato un cambiamento profondo nelle nostre esistenze.

Il Cerchio del Podere è nato come appuntamento settimanale di approfondimento e pratica di alcuni temi legati allo psicodharma e alla mindfulness, cui nel tempo ho associato elementi di ecoterapia, andando ad approfondire i paesaggi interiori e con essi gli archetipi di Natura.

Nel tempo, martedì dopo martedì, il gruppo si è ampliato e consolidato e ne sono fioriti legami, condivisioni toccanti che hanno finito con l’unirci in un cammino di conoscenza e incontro profondo.

L’esperienza mi ha convinta se possibile ancora di più, di quanto noi tutt* abbiamo bisogno della relazione per curarci, perché è nella relazione che sperimentiamo le prime ferite destinate a segnare il nostro cammino e in alcuni casi a comprometterlo profondamente.

Per questo motivo, per la prossima edizione del Cerchio, che inizierà martedi 2 novembre, ho pensato di chiedere il tuo aiuto nell’ideare un cammino che ci unirà per sei mesi.

Vorrei infatti che avessi la possibilità di scegliere quelli che senti essere per te i temi in questo momento più significativi, per supportare la tua crescita personale e spirituale e per questo motivo ho stilato un elenco, che puoi eventualmente arricchire di tue proposte (sempre che io sia in grado di incontrarle) così da cucire insieme il nostro viaggio che si fa sempre più partecipato e condiviso.

Qui ti elenco  a grandi linee i temi cui avrei pensato:

  • Animali di potere – un lavoro di ricerca e approfondimento del significato simbolico degli animali, intesi come entità guida di cui facciamo esperienza durante le pratiche di visualizzazione e “viaggio nel bosco”. L’animale rappresenta alcune caratteristiche umane che identificano un singolo, una comunità o un’etnia. In quanto tale, è parte integrante del nostro inconscio ma anche del nostro vissuto, individuale e collettivo. In questo senso, la sua presenza serve a ricordarci che tutti siamo uniti dalle medesime radici ancestrali.
  • Astrosciamanesino – parte dal presupposto che nei tempi antichi il cielo e le stelle erano il maggiore riferimento per ricevere ispirazione, informazione e saggezza, l’equivalente corrente di librerie, cinema, televisione e internet. Per questo motivo l’astrologia è considerata la più antica fonte d’informazione, precedente ogni altro metodo usato dall’umanità per ottenere conoscenza. Nell’astrosciamanesimo l’astrologia assume la sua originaria funzione di cartografia finalizzata all’esplorazione dell’anima.
  • Archetipi del viaggio – è un’esperienza che si ispira al lavoro di Campbell e del suo viaggio dell’eroe, mettendo insieme significati archetipi e pratiche di incorporamento. In ogni esperienza proposta, per me l’aspetto dell’integrazione del corpo risulta centrale e predominante per la completa comprensione (spesso intuitiva) di ciò che approfondiamo.
  • Le dee dentro la donna – anche questo è un lavoro di incontro e incorporamento di alcuni archetipi, questa volta più specificamente legati alle dee. In questo caso tratteremo con maggiore approfondimento Artemide e le dee lunari:  archetipi che spesso  rimangono nascosti per anni ed emergere in qualsiasi momento della vita
  • Rune /Ogham – un viaggio nel misterioso e affascinante mondo degli alfabeti di natura, intensi come porte di connessione tra il visibile e l’invisibile e linguaggi simbolici capaci di collegare il visibile all’invisibile, tornando a parlare la lingua del Mondo, partecipandone attivamente. Più che all’aspetto divinatorio in sé e per sé, sono interessata ad approfondirne il significato simbolico, capace di portare unione laddove si è creata “separazione”.

Nel modulo google che ti invito a compilare, io ho indicato alcuni “gradi temi” dentro cui viaggiare: puoi indicarne uno o più, a seconda del tuo sentire.

La ricerca si concluderà il 21 giugno, giorno che apre le porte alla luce estiva e alla raccolta dei frutti dell’anno, e sarà mia premura informarti dell’esito del sondaggio.

Se vuoi partecipare, basta che compili il modulo che trovi cliccando qua.

 

Grazie fin da ora per il tempo che dedicherai al Cerchio!


Qualcosa su di me:

Sono una ecoterapeuta, mindfulness counselor diplomata presso ilmonastero buddista ITLKforest bathing trainer certificata dal “Forest Therapy Institute” che ha una esperienza di vita e di lavoro intimamente legata al mondo della crescita personale.

Ho una laurea in psicologia nella quale ho approfondito le relazioni esistenti tra le pratiche di bagni di foresta, la mindfulness e i processi di espansione della coscienza ecologica individuale e collettiva. Attualmente sto proseguendo miei studi di psicologia, con una specializzazione clinica.

Ho sviluppato il mio interesse per l’ecologia del profondo a scopo terapeutico, frequentando il Professional Ecotherapy  Tranining and Certificate Program a cura della psicoterapeuta ed ecoterapeuta Ariana Candell fondatrice dell’Earthbody Institute di Berkeley (USA).

Ho studiato le relazioni tra psicodharma e psicologia occidentale presso il Tara Mandala Center, in Colorado (USA) a cura di Lama Tsultrim Allione, con un focus specifico sul femminile illuminato e un lavoro gestaltico sui blocchi interiori.

Sempre in tema di femminile illuminato, sto sviluppando uno studio  di psicologia junghiana sul processo di individuazione e integrazione del femminile attraverso il mito, incorporando sogni, arte, movimento gentile, musica e danza,  presso il Pacifica Graduate Institute,  Santa Barbara (USA).

Sto approfondendo il mio interesse per l’espansione degli stati di coscienza a scopo terapeutico,  frequentando l’awakened mind training  presso l’Arthur Findlay College, Londra (UK).

Sto studiando e praticando il cammino maya-tolteca di cosmovisione della Via Salka.

Se vuoi saperne di più clicca qua.

Dettagli

Inizio:
Marzo 31 @ 8:00
Fine:
Giugno 21 @ 23:30
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , ,