Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Residenziale di bagni di foresta – il labirinto del bosco

Giugno 4 @ 17:30 - Giugno 6 @ 17:30

€260

Un bagno di foresta è un’esperienza  di immersione sensoriale graduale nel bosco.

Dei benefici di questa pratica, nata in Giappone negli anni ’80, si è lungamente parlato e scritto e un numero sempre maggiore di evidenze scientifiche dimostra che l’esposizione prolungata in Natura ha effetti benefici su 5 livelli: sociale, psicologico, fisico, ecologico e spirituale.

Non c’è da stupirsi che lo shinrin-yoku si sia sviluppato in una civiltà, quella giapponese, che è stata profondamente plasmata dalle foreste. In questa cultura, la natura non è qualcosa di separato dall’uomo e lo shizen ,parola che si può tradurre con “naturalezza”, è uno dei sette principi dell’estetica zen. L’idea alla base dello shizen è che siamo tutti connessi al mondo naturale, in senso emotivo, spirituale e fisico e la cura che il praticare la natura offre, è proprio un lento, inesorabile “tornare a casa”, in un mondo profondamente affetto da disconnessione emotiva, psicologica e fisica (ora più che mai).

Madre Natura ci riempie il cuore di meraviglia e curiosità e ci invita a entrare nel suo regno, partecipandone con rispetto, operando armonia con noi, attraverso l’innata capacità di guarigione del nostro corpo. Questo è il fondamento della medicina forestale.

Nella foresta iniziamo a riconnetterci con la natura e ci mettiamo in viaggio verso la salute e la felicità, il senso di pienezza e di scopo, orientandoci verso valori e visioni che sono in armonia con la persona che siamo.

Il bagno di foresta è l’arte di comunicare con la natura attraverso i cinque sensi: non dobbiamo fare altro che accettare il suo invito, e lei farà il resto.

In una società come la nostra, che ci ha fortemente allontanati dalla natura, acutizzando i fenomeni del “sentirsi sconnessi”, l’immersione sensoriale nei boschi può rappresentare un utilissimo strumento di auto-guarigione ma anche di auto conoscenza. Ne è la prova l’ecopsicologia, la psicologia che si occupa del nostro “ritornare a casa”, in natura, alla nostra vera e intima natura, appunto.

Cosa faremo:

In questo residenziale di 3 giorni e due notti, esploreremo a pieno il potenziale di auto-guarigione che risiede in Natura, attraverso esperienze di bagni di foresta ma anche pratiche di ecologia del profondo e e intelligenza somatica.

Saremo ospiti di un luogo di Memoria che ha vissuto l’orrore di un eccidio e che si apre con amore e coraggio all’incontro, all’amicizia, alla condivisione. A mio modo vorrei rendere omaggio anche io alla Memoria, quella che cerco di tenere sveglia in Natura.

La Memoria di essere in relazione con tutto ciò che ci circonda, in un mutuo rapporto di scambio.
Per questo motivo qua (siamo a pochi chilometri da Monteriggioni, Siena, nel cuore della Toscana “dolce”) proporrò una viandanza assai particolare.
Un viaggio che unirà ecoterapia e cerimonie, vedendoci uniti nel realizzare un labirinto di pietra nel cuore di un  bosco letteralmente fatato, che impareremo ad attraversare e ad abitare con rispetto e senso di  comunione profonda.
Insieme uniremo intento, creatività e visione, per ricostruire un labirinto che fu donato a Casa Giubileo da un’artista anni fa e che il tempo ha distrutto.
Questo perché tutti i miei residenziali sono un invito pratico a diventare Medicina per la Terra e non semplici fruitori dei doni di Natura.
Il bosco regala moltissimo e noi cercheremo di ricambiare.

Il programma di (massima) prevede:

venerdi arrivo dalle 17.00 in poi, sistemazione nelle camerate e relax. Ore 18.30 apertura del cerchio, mi fido e mi affido e lenta discesa nell’esperienza di ecologia del profondo. Cena condivisa e dopo cena di accoglienza a Casa Giubileo

sabato colazione insieme. Ore 10.00 pratiche meditative e lento “scivolare” nel bosco. Il genius loci e lo spirito degli alberi: pratiche di connessione e preparazione in funzione della costruzione del labirinto di pietre nel bosco. Il mito di Arianna e il labirinto come simbolo del graduale allontanamento dell’uomo dalla Natura. La rottura del patto, la ricerca del nuovo equilibrio. Sentire nel corpo il richiamo della “Madre”: pratiche di intelligenza somatica ed ecoterapia. Pranzo a Casa Giubileo, a seguire bagno di foresta. La sera, la comunione del fuoco, il bagno di stelle e le pratiche del sogno: seminare l’intento, aprirsi alla visione interiore.

domenica colazione insieme meditazione sul prato e pratiche di ecologia del profondo: porte e portali, le dimensioni interiori riflesse nel bosco. La chiusura del Cerchio e i nuovi propositi. L’offerta e il dono: rituali di riconnessione. Pranzo condiviso a Casa Giubileo, tempo per relax e ultimi saluti.

I posti disponibili sono pochissimi e ovviamente la fattibilità dell’esperienza è legata all’evolversi della situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

 

Per prenotare, clicca qua:


Qualcosa su di me:

Sono una ecoterapeuta, mindfulness counselor diplomata presso il monastero buddista ITLKforest bathing trainer certificata dal “Forest Therapy Institute” che ha una esperienza di vita e di lavoro intimamente legata al mondo della crescita personale.

Ho una laurea in psicologia nella quale ho approfondito le relazioni esistenti tra le pratiche di bagni di foresta, la mindfulness e i processi di espansione della coscienza ecologica individuale e collettiva. Attualmente sto proseguendo miei studi di psicologia, con una specializzazione clinica.

Ho sviluppato il mio interesse per l’ecologia del profondo a scopo terapeutico, frequentando il Professional Ecotherapy  Tranining and Certificate Program a cura della psicoterapeuta ed ecoterapeuta Ariana Candell fondatrice dell’Earthbody Institute di Berkeley (USA).

Ho studiato le relazioni tra psicodharma e psicologia occidentale presso il Tara Mandala Center, in Colorado (USA) a cura di Lama Tsultrim Allione, con un focus specifico sul femminile illuminato e un lavoro gestaltico sui blocchi interiori.

Sempre in tema di femminile illuminato, sto sviluppando uno studio  di psicologia junghiana sul processo di individuazione e integrazione del femminile attraverso il mito, incorporando sogni, arte, movimento gentile, musica e danza,  presso il Pacifica Graduate Institute,  Santa Barbara (USA).

Sto approfondendo il mio interesse per l’espansione degli stati di coscienza a scopo terapeutico,  frequentando l’awakened mind training  presso l’Arthur Findlay College, Londra (UK).

Mi sto formando come costellatrice familiare con l’approccio sistemico aperto alla Mindfulness introdotto da  Attilio Piazza, allievo diretto di Bert Hellinger.

Sto studiando e praticando il cammino maya-tolteca di cosmovisione della Via Salka.

Se vuoi saperne di più clicca qua.

 

 

Dettagli

Inizio:
Giugno 4 @ 17:30
Fine:
Giugno 6 @ 17:30
Prezzo:
€260
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, , , , , , , ,