personal.brandng.unisce.i.puntiniConosco un’infinità di modi di fare gli Aguri.

Probabilmente perché siamo esposti a molti tipi di messaggio, continuamente, incessantemente.

Ce ne fosse una che mi appartiene.

Probabilmente è una costante del mio fare esperienza dei “non” e ne ho raccontato anche all’indomani della mia esperienza al Buy Tourism Online, ricordi?

Sta di fatto che quest’anno unisco un po’ di puntini e magari li accendo pure, li illumino tutti e mi godo il disegno d’insieme.

Si, ecco: questo è il mio modo di farti gli Auguri.

Perché?

Perché è il mio modo di dirti che ripartire si può, sempre.

Certo che è faticoso, certo che costa sacrificio e che convivrai con paure e frustrazioni.

Ma si può.

E’ possibile immaginare e lentamente adoperarsi per essere la persona che scegliamo di essere, con costanza e abnegazione.

Ci sono naufragi e tempeste, cambi di rotta e pericoli in agguato, eppure, con il cuore per bussola, lentamente si possono intravedere porti sicuri.

Il mio porto si chiama digital coaching e si articola in una serie di esperienza che mi piacciono e che mi somigliano, perché mi fanno sentire utile e quindi viva.

Quindi, dicevo, il messaggio sotto traccia è questo ma ora vediamo come ti faccio gli Auguri…

Come?

Iniziando il viaggio di formazione digitale  in Toscana da Casciana Terme (che poi si mormora che Borgo San Lorenzo si sia aggiunto alle tappe di digital coaching itineranti ma andiamo per gradi).

Dicevo che il 24 gennaio e il 6 marzo saranno giornate importanti, perché continuerò l’esperienza del Fravolatour toscano e parlerò di personal branding, di costruzione di una immagine efficace e spendibile sul web, di parole chiave, del cliente ideale ma anche dei livelli di Robert Dilts e di allineamento interiore.

Si, hai capito bene: parleremo di mission, identità, convinzioni, capacità, comportamenti e ambiente.

Cosette semplici insomma, dal cui allineamento passa la nostra opportunità di avere successo, anche in termini di comunicazione.

Con il tempo in realtà si può fare un’esperienza ancora più incredibile: che è quella delle connessioni interne ed esterne.

Significa che abbracciare un percorso di consapevolezza e ascolto interiori e innescare un processo di allineamento come quello sopra descritto in un campo della nostra vita (ad esempio nel nostro caso il lavoro) ha un inevitabile effetto a caduta su tutti gli aspetti del nostro esistere.

Chiamalo principio dei vasi comunicanti o spinta interiore che si innesca da tutta una serie di aggiustamenti esterni che fai mentre cambi, metti a fuoco priorità e valori, sta di fatto che funziona proprio così.

Inizi da un punto periferico del tuo quotidiano e lentamente ma inesorabilmente ti trovi ad unire tutti i puntini sconnessi della tua vita.

Uno qua, uno là, uno laggiù: mentre lavori alla tua consapevolezza digitale, al tuo modo di raccontarti sul web ma anche per strada, senza che tu lo sappia fai un poderoso lavoro di riallineamento che genera dentro di te spinte fortissime.

Hai presente un vulcano?

Quello.

Nel coaching lavoriamo solo a livello di ambiente, di comportamenti e di capacità ma dovremo mettere in conto che questo comporterà scosse telluriche anche nei “piani alti”, fino ad arrivare a regalarci una visione più chiara e quindi più facilmente spendibile  in chiave comunicativa della nostra Mission.

L’appuntamento a Casciana prevede due giorni di lavoro, non a caso distanziati di oltre un mese, per permetterti di sedimentare e allenare concetti e intuizioni che emergeranno.

Puoi iscriverti fino al 18 Gennaio ma se sei  un early bird e lo fai entro il 3 gennaio  ti è riservato uno sconto del 15%.

Info e costi sul corso  le trovi

Qui