paper

E niente, nonostante mi sia abbandonata alla rivoluzione culturale promossa  dal radicale cambiamento di abitudini, modi di vedere e pensare che i Social hanno favorito, resto una donna di carta.

Si, una “paper lady”, di quelle dannatamente affascinate  dai libri e dal loro profumo, dal  frusciare lieve delle pagine che quando le tocchi inizia già una storia. Forse anche per questo ho scelto un luogo capace di restituire magia alla carta e alla parola scritta, per inaugurare una nuova stagione di FravolaLab, in cui parlerò di comunicazione, social network e del fascino delle storie.

Ma non solo.

Ne ho scritto a volte: penso ci sia una precisa geografia del sentire che inevitabilmente finisce con il “mappare” i luoghi dentro di noi, che lo si sappia oppure no, funziona così perché intimamente siamo animali e quindi siamo territoriali: annusiamo, marchiamo, difendiamo, proteggiamo, invadiamo… spazi. Spazi che sono nuove geografie del sentire, che scorrono sotto pelle e fanno si che alcuni luoghi siano per noi “casa” e altri no.

Il Libraio di Silvia Boano per me è casa. No, non parlo solo di libri e di profumo di carta stampata ma soprattutto di amore. Di quella passione che si riversa nel fare nelle cose, che se c’è c’è… non si improvvisa.

Con il tempo Silvia ha trasformato il suo spazio in un luogo condiviso, nel quale  partecipare tutti insieme di un qualcosa di bello e di raro che ci circonda e che non siamo abituati a vedere, o meglio a riconoscere, con molta facilità. Parlo di pittura, di musica, di lettura di poesie, di arte, gioco, momenti di condivisione per i bambini e ancora di un modo di vedere e intendere le difficoltà come opportunità e risorse, appuntamenti imprendibili per giocarsi nuove possibilità, piccoli riscatti quotidiani, perché nulla è davvero perduto fin quando brilla in noi il sacro fuoco della capacità di “vedere” e “vedersi”.

Non potevo quindi non cercare momenti di scambio con questa realtà vivace e interessante, coraggiosa e entusiasmante.

Ho immaginato tre cicli di lezioni al Libraio, ciascuno composto di tre appuntamenti nei quali approfondire la riflessione sui Social Network, sulle importanti opportunità di rilancio che questi offrono e sul fascino, a me assai caro, delle storie.

Inizieremo il 17 Novembre, con il primo ciclo di  3 lezioni dedicate a chi i Social li conosce poco e vorrebbe farsene un’idea, proseguiremo il 28 Novembre con tre appuntamenti legati al Personal Branding e quindi a cercare di capire come i Social possono aiutarci a costruirci una identità digitale (e non solo) in grado di valorizzare i nostri talenti e le nostre risorse. Il finale? Dedicato alle mie amate storie, al fascino della narrazione, alle tecniche di condivisione più efficaci in tal senso e inizierà il 9 dicembre.

Appuntamento per tutti Giovedi 13 Novembre alle ore 18.00 presso Il Libraio a Portoferraio,  per presentare i corsi, scambiarsi opinioni e iscriversi a uno o più cicli di incontri ma anche e soprattutto per rendere omaggio a un luogo che sta diventando sempre più un importante punto di riferimento per l’isola e un imprescindibile snodo di bellezza nella geografia emotiva di molti.