Più dello smartphone può la Libreria: arriva il FravolaLab

da | Nov 10, 2014 | Supporto psicologico

paper

E niente, nonostante mi sia abbandonata alla rivoluzione culturale promossa  dal radicale cambiamento di abitudini, modi di vedere e pensare che i Social hanno favorito, resto una donna di carta.

Si, una “paper lady”, di quelle dannatamente affascinate  dai libri e dal loro profumo, dal  frusciare lieve delle pagine che quando le tocchi inizia già una storia. Forse anche per questo ho scelto un luogo capace di restituire magia alla carta e alla parola scritta, per inaugurare una nuova stagione di FravolaLab, in cui parlerò di comunicazione, social network e del fascino delle storie.

Ma non solo.

Ne ho scritto a volte: penso ci sia una precisa geografia del sentire che inevitabilmente finisce con il “mappare” i luoghi dentro di noi, che lo si sappia oppure no, funziona così perché intimamente siamo animali e quindi siamo territoriali: annusiamo, marchiamo, difendiamo, proteggiamo, invadiamo… spazi. Spazi che sono nuove geografie del sentire, che scorrono sotto pelle e fanno si che alcuni luoghi siano per noi “casa” e altri no.

Il Libraio di Silvia Boano per me è casa. No, non parlo solo di libri e di profumo di carta stampata ma soprattutto di amore. Di quella passione che si riversa nel fare nelle cose, che se c’è c’è… non si improvvisa.

Con il tempo Silvia ha trasformato il suo spazio in un luogo condiviso, nel quale  partecipare tutti insieme di un qualcosa di bello e di raro che ci circonda e che non siamo abituati a vedere, o meglio a riconoscere, con molta facilità. Parlo di pittura, di musica, di lettura di poesie, di arte, gioco, momenti di condivisione per i bambini e ancora di un modo di vedere e intendere le difficoltà come opportunità e risorse, appuntamenti imprendibili per giocarsi nuove possibilità, piccoli riscatti quotidiani, perché nulla è davvero perduto fin quando brilla in noi il sacro fuoco della capacità di “vedere” e “vedersi”.

Non potevo quindi non cercare momenti di scambio con questa realtà vivace e interessante, coraggiosa e entusiasmante.

Ho immaginato tre cicli di lezioni al Libraio, ciascuno composto di tre appuntamenti nei quali approfondire la riflessione sui Social Network, sulle importanti opportunità di rilancio che questi offrono e sul fascino, a me assai caro, delle storie.

Inizieremo il 17 Novembre, con il primo ciclo di  3 lezioni dedicate a chi i Social li conosce poco e vorrebbe farsene un’idea, proseguiremo il 28 Novembre con tre appuntamenti legati al Personal Branding e quindi a cercare di capire come i Social possono aiutarci a costruirci una identità digitale (e non solo) in grado di valorizzare i nostri talenti e le nostre risorse. Il finale? Dedicato alle mie amate storie, al fascino della narrazione, alle tecniche di condivisione più efficaci in tal senso e inizierà il 9 dicembre.

Appuntamento per tutti Giovedi 13 Novembre alle ore 18.00 presso Il Libraio a Portoferraio,  per presentare i corsi, scambiarsi opinioni e iscriversi a uno o più cicli di incontri ma anche e soprattutto per rendere omaggio a un luogo che sta diventando sempre più un importante punto di riferimento per l’isola e un imprescindibile snodo di bellezza nella geografia emotiva di molti.

Qualcosa risuona in quello che hai letto?

 Scopri cosa possiamo fare insieme

CIAO, IO SONO FRANCESCA

Sono una psicologa clinica, forest bathing trainer e mindfulness counselor.
Ho approfondito il mio interesse per l’ecopsicologia con un master in Ecoterapia e Ecologia del profondo, ma soprattutto con la scelta di vivere in un bosco.

Attualmente sono specializzanda presso l’Istituto di Psicanalisi Relazionale e Psicologia del Sé a Roma.

Leggi di più

Ho una laurea magistrale in psicologia clinica e dinamica, nella quale ho approfondito i benefici dell’ecoterapia e delle immersioni sensoriali nel bosco, associati alla Terapia Focalizzata sulla Compassione di Gilbert e all’ecologia del profondo. Sono coautrice dell’articolo “La psicanalisi e gli spazi verdi”, contenuto all’interno del libro Salvarsi con il verde – la rivoluzione del metro quadro vegetale che mette in luce gli aspetti terapeutici della natura in una seduta psicoanalitica.

Mi sono diplomata facilitatrice del metodo Feeding Your Demons® con Lama Tsultrim Allione, che ne è la creatrice. Si tratta di una pratica che consente un lavoro approfondito sugli aspetti distruttivi della nostra psiche, con una lettura che integra lo Dzog Chen a un lavoro gestalitico sui blocchi interiori.

Lama Tsultrim è una insegnante di buddhismo di livello internazionale oltre che l’autrice di numerose pubblicazioni. Si concentra sugli insegnamenti di Dzog Chen e sul lignaggio di Machig Labdrön, fondatrice del lignaggio Chöd.

Al Tara Mandala Center, in Colorado (USA)  ho approfondito le relazioni tra psicodharma e psicologia occidentale  acura di Lama Tsultrim Allione, da cui ho ricevuto l’iniziazione alla pratica del mandala delle dakini, con un focus specifico sul femminile illuminato.

Sono insegnante certificata di EcoNidra, con un focus specifico sulle tecniche di rilassamento in natura a indirizzo psicosintetico e sulle pratiche di consapevolezza negli stati ipnagogici.

Sono allieva della Bert Hellinger Schule, una scuola di formazione orientata ai contenuti e alle intuizioni della Hellinger Sciencia®, la scienza di tutte le nostre relazioni, fondata da Bert Hellinger, padre delle costellazioni familiari praticate e insegnate in tutto il mondo.

Ho frequentato  il  Compassion Focused Therapy – Training di 1° livello del   “Compassionate Mind – Italia”, emanazione della Compassionate Mind Foundation Inglese di Paul Gilbert.

Ho coltivato il mio interesse per l’espansione degli stati di coscienza a scopo terapeutico,  frequentando l’Awakened Mind Training presso l’Arthur Findlay College, Londra (UK), dove tutt’ora approfondisco e pratico la mediumship.

Ho studiato e praticato il protocollo Mindfulness of Dream & Sleep con Charley Morley insegnante di sogno lucido e autore, tra gli altri, del libro Wake Up to Sleep: una guida pratica per trasformare stress e trauma e ristabilire un buon equilibrio emotivo. Il protocollo Mindfulness of Dream & Sleep aiuta a ridurre lo stress prima di coricarsi e  a ottimizzare la qualità del sonno.

Ho approfondito gli studi con Joanna Macy alla School for The Great Turning, che mette in evidenza i punti di incontro tra saggezza personale, ecologica e spirituale per rafforzare il self empowerment e incoraggiare la guarigione del pianeta.