Schermata 2014-11-28 alle 14.39.43 Sostanzialmente credo che si tratti di questo e stasera al FravolaLab al Libraio ne parleremo diffusamente. Si tratta di capire che non siamo tutti ombrelli neri, come spesso avremmo la tentazione di credere ma che in realtà ognuno di noi ha un suo colore specifico, un tratto distintivo, un accento, una sfumatura che gli è propria e che lo distingue dagli altri. Il punto è che non ce lo insegnano. Tutt’altro. Ci insegnano ad accodarci, a mimetizzarci, a fare come gli altri, a vestirci secondo i dettami della moda, ad ascoltare la stessa musica, a fare l’aperitivo con lo Spritz e le olive verdi, a rispondere “assolutamente si” nel caso siamo d’accordo oppure “ma anche no” se invece il dissenso ci pervade. Spegniamo quotidianamente i nostri neuro trasmettitori di personalità, assuefatti dall’incalzare di un modo di vivere livellante e livellato e ci rintaniamo nel mimetico accodarci, assopendo i nostri talenti senza che ne abbiamo la reale consapevolezza. Quindi questo FravolaLab si annuncia come una scossa di adrenalina, come una sferzata di consapevolezza, un sussulto al cuore un “prendi le matite e colora la tua vita, qui, ora, subito”. Focalizzati sui tuoi talenti, perché se non li conosci tu, nessuno ti aiuterà a fare luce dentro i tuoi meandri remoti e impara a  a renderli visibili e condivisibili. Raccontali, avendone cura e apprezzandone i tratti distintivi. No, non mercificare i tuoi doni ma valorizzali, mettili in un angolo bello luminoso della tua casa e poi invita gli amici e le persone care e lascia che queste ne invitino altre. Festeggia, festeggiati, festeggia i tuoi contatti online che si prendono la briga di seguiti, ascoltarti, incoraggiarti. Non dare per scontato alcunché: né i tuoi talenti, tanto meno l’attenzione che gli altri  dimostrano nei tuoi confronti. Ringrazia. Copiosamente ringrazia, così come generosamente devi seminare. Ricorda:

Chi getta semi al vento farà fiorire il cielo. (cit.)

Scrivi. Scrivi tanto, scrivi spesso. Scrivi perché proprio tu e non un altro. Scrivi in cosa ti distingui e in cosa consiste il tuo valore, quello che poi trasferisci agli altri. E chi sono questi altri? Perché si rivolgono a te? Cosa hai da dare loro e come cambi la loro vita aggiungendone valore? Ne aggiungi realmente? Come? Sei sicuro di saper rispondere con chiarezza di intenti e di parole a tutte queste domande? In cuor tuo hai chiaro chi sei, cosa fai, come lo fai e per chi lo fai? Nel dubbio, ci vediamo al Libraio questa sera. Fogli, matite, pennarelli e gessetti: sono pronta per il FravolaLab dedicato al Personal Branding. Sorrisi.